Star Wars, 10 cose che ho imparato guardando Il Risveglio della Forza

Star Wars, 10 cose che ho imparato guardando Episodio VII – Il Risveglio della Forza. Attenzione, questa lista inutile contiene SPOILER.

Star Wars Ep. VII – Il Risveglio della Forza è uscito ieri nei cinema italiani. E così dopo mesi di sfibrante hype costruita in maniera ossessiva dalla Disney ci siamo ritrovati tutti in sala.

Scene festanti in apertura e perfino applausi a fine proiezione. Prodotto perfetto realizzato da un fan boy che può contare sul secondo più strepitoso ufficio marketing del mondo (qual è il primo? ve lo dico al punto 10). Tutti contenti dunque, anche i criticoni e i rosiconi che possono finalmente sfogarsi sui social.

Ecco allora 10 cose sull’universo di Star Wars che ho imparato guardando Episodio VII – Il risveglio della forza (attenzione, contiene spoiler).

Star-Wars-10-cose-che-ho-imparato-guardando-Il-Risveglio-della-Forza-luke-skywalker

1. Luke Skywalker è una pippa come maestro jedi.

Hai un solo allievo, che è anche tuo nipote, e questo passa al lato oscuro. Per di più arriva il primo ciccio pasticcio che passa per strada, prende una spada laser e lo mette in difficoltà.

Senza dimenticare che l’Universo è sull’orlo del baratro e tu giochi a fare l’emulazione fallita di Yoda ritirandoti a vita privata perché non hai il coraggio di dire che ti piace startene per i cazzi tuoi a pescare (per la serie Luke Skywalker is the news Il vecchio e il Mare).

2. La bufala che per diventare Jedi bisogna iniziare da piccoli.

Già l’avevamo intuito con Anakin e Luke che ‘sta storia che per diventare bravi jedi si deve cominciare da piccoli era quantomeno sospetta, ma qui siamo oltre. Tipo che se la forza scorre potente in te basta che dici al primo trooper che passa per strada “allacciami le scarpe” e quello te le allaccia anche se fino a 2 giorni fa manco sapevi che la forza esistesse.

3. Il tasto dell’autodistruzione da qualche parte c’è sempre, basta cercare.

Non importa quanto grande sia la tua Morte Nera, da qualche parte c’è di sicuro un bottone che se lo schiacci salta in aria tutto. Credo sia un dogma di fede degli ingegneri imperiali.

Star-Wars-10-cose-che-ho-imparato-guardando-Il-Risveglio-della-Forza-trooper

4. All’accademia dei cattivi insegna ancora philip stronzo.

Niente, non ce la possono fare. Saranno anche la più grande minaccia dell’Universo, ma che siano trooper imperiali, uomini del Primo Ordine o droidi delle truppe separatiste i cattivi quando sparano non riescono a beccare un bersaglio manco morti.

È evidente che o sono tutti cloni di Philip Stronzo oppure il buon Philip è l’istruttore capo dell’accademia di tutti i cattivi dell’universo Star Wars.

5. Le spade laser moderne friggono ma non tagliano.

Fino all’altro giorno era tutto un mozzamento di braccia, mani e gamba come se piovesse. Adesso niente, le spade laser tagliano di meno ma friggono di più.

Star-Wars-10-cose-che-ho-imparato-guardando-Il-Risveglio-della-Forza-kylo-ren

6. Kylo Ren ha la maschera perché ha una faccia da pirla.

In guerra le maschere e gli elmi si mettono per far paura al nemico, è una cosa vecchia come il mondo. Certo, se hai la faccia di Darth Maul una maschera non ti serve, sei sei infestato da orbalischi mostruosi come Darth Bane sei già a posto di tuo. Magari sei sfigurato in maniera orrenda come il buon Darth Vader e allora unisci l’utile al dilettevole con una bella mascherona.

Se invece ti chiami Kylo Ren e hai la faccia da pirla allora la maschera te la devi mettere per forza se no tutti si accorgono subito che sei un bimbominkia.

7. i mondi nella galassia sono tutti uguali.

Pieno di sabbia, pieno di verde, pieno d’acqua e pieno di neve e ghiaccio. Basta, se si toglie Coruscant che è pieno di ferro tutti gli altri mondi su Star Wars sono rigorosamente fatti così (che poi Coruscant è stato distrutto o no? Perché hanno fatto i furbetti facendo saltare il pianeta del Senato senza dire però se si tratta o no di Coruscant…).

8. Il botulino prospera anche in una galassia lontana lontana.

Nella galassia lontana lontana sanno costruire arti bionici da paura ma contro le rughe non hanno ancora scoperto un rimedio efficace, si affidano al caro vecchio botulino. Chiedetelo alla nostra amata principessa Leila che sfodera una serie di espressioni che vanno dal mi hanno marinato nel whisky al botulino mon amour.

Star-Wars-10-cose-che-ho-imparato-guardando-Il-Risveglio-della-Forza-w-wing

9. non esiste evoluzione tecnologica.

Evidentemente hanno chiuso tutte le università di ingegneria e hanno deciso di bloccare per sempre l’evoluzione tecnologica. Non si spiega altrimenti il fatto che da noi un computer di 5 anni fa sia un rottame vecchio come il cucco mentre nella galassia lontana lontana un droide che ha quasi cento anni non solo funzioni ancora perfettamente, ma sia ancora integrato con tutto.

Tipo gli X-Wing che a distanza di una quarantina d’anni vanno ancora un casino, roba che neanche la punto…

10. Star wars ci piacerÀ sempre un casino.

E alla fine blablablablablaabla ma siamo andati tutti a vederlo e ci siamo emozionati tutti come dei bambini quando le luci si sono spente e lo schermo è stato invaso da quelle parole magiche.

Hanno già vinto tutto e continueranno a vincere secula seculorum. Insomma, qui c’è il rischio concreto che Star Wars nel giro di un paio di centinaia d’anni diventi una religione importante. Del resto possono contare sul secondo miglior ufficio marketing del mondo, ovvero quella della Disney.

Il primo naturalmente è quello che cura l’immagine di Gesù da 2mila anni a ‘sta parte, che ve lo dico a fare…

2 pensieri su “Star Wars, 10 cose che ho imparato guardando Il Risveglio della Forza

  1. Ti sei perso per strada il fatto che mentre quelli cattivi aspirano il sole i buoni vanno in giro col foularino…e solo il gigante peloso ha freddo.. :DDD

    E che la tipa al di là del vetro nella megastronavepianeta più grande della Galassia nella scena dopo se la ritrovano in faccia.

    Star Wars è un po’ una cagata pazzesca, dai!

    Liked by 1 persona

    1. Sì, sono abbastanza d’accordo con te per questi aspetti di scrittura. Tipo che Han Solo se ne va in giro per la Galassia (che è un posto decisamente grande) e guardacaso becca proprio il falcon che era scappato con i nostri eroi.

      Oppure che stanno sabotando una stazione spaziale grande come un pianeta (quindi abbastanza grande direi), hanno 15 minuti di tempo e si beccano per un’incredibile botta di culo…

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...